Sono venuto infuocato per gritare in questo deserto.







COPIARE, RUBARE E PIRATEARE

 

    Copiare, rubare e pirateare, occupare e dare. Una opera non é veramente rivoluzionaria se non si costruisce alla pari di una azione rivoluzionaria. La lotta contro la proprietá privata, intellettuale, é la nostra forza contro la dominazione presente. Si tratta di promuovere la abolizione dei diritti di autore e anche la gratitudine, il regalo. Il  dono é quella azione disinteressata e senza tempo che distrugge il valore del cambio, il denaro e l’atto dell’ intercambio in se stesso. É questa la possibilitá che dobbiamo generalizzare per entrare in un umanitá superiore, che si interessi nel benestare comune. Si tratta di salire dalle relazioni mercantili e di inventare una nuova relazione tra gli uomini e il mondo, che possa costituire la base di una nuova societá. La dimensione rivoluzionaria di questo processo stá nell´affermare che le creazioni degli esseri umani appartengono alla umanitá. Anche in questo campo, si deve espropriare a coloro che ci hanno espropriato. Non pretendo niente di piú di quello che possa essere la forma piú semplice del programma rivoluzionario di questi tempi: tutto per tutti.